The Best


Ti mando lo schema dell' amplificatore finale che avevi sentito, in forma prototipale, a Campogalliano: "The Best". E' un single-ended di tipo push/pull con un solo finale modulante il segnale. E' più efficente di un SE classico in quanto la corrente di riposo viene modulata anch' essa dal driver inferiore.
 
Lo schema si rifà a quelli classici di Williamson (con valvole) e Hood (transistor).
E' stata molto curata l' alimentazione, la stabilizzazione del pozzo di corrente, e l' inserimento di dispositivi "moderni".  Il finale può essere direttamente pilotato da un lettore CD classico, all' insegna della max. semplicità nel percorso del segnale.
 
Nel caso qualcuno fosse interessato ad una maggiore potenza, può benissimo aumentare i dispositivi di uscita (finale modulante + pozzo di corrente), tenendo conto del fatto che la dissipazione aumenterà di pari passo. Otterrà così un Single-Ended Parallelo.
Ho fatto prove con 6 dispositivi di uscita (3 + 3) alimentati a 46 V con 4 ampere di corrente di riposo per una potenza di 36 W / 8 ohms e di 60 W su 4 ohms, con una dissipazione di oltre 180 W per ogni canale !!!





La tensione del progetto di 32 V e 2 A di corrente di riposo è senz' altro più "umana" e tollerabile da
dispositivi come i Motorola MJ15003. Bisogna comunque curare molto la dissipazione termica.
Per non incorrere in variazioni indesiderate di corrente, le alette dei drivers (BD 139) devono essere disgiunte
da quelle dei finali. Bastano alette a "U" per c.s. (una per ogni driver).
 
Ti allego la foto del finale terminato, e quella del singolo circuito. La potenza è di 10/12 W su 8 Ohms e il
finale può pilotare anche carichi fino a 4 ohms senza perdere simmetria nella forma d' onda d' uscita.
Trasformatore da 300 VA / 220V / 26V, per entrambi i canali.
 
A presto,
 
Sergio